skip to Main Content
Via A.Solari, 6 – 20144 Milano    02.4694914 info@arcobalenodanza.it segreteria@arcobalenodanza.it

Fabio Molfesi

La carriera di Fabio inizia molto presto: nel 1982, prima ancora di finire gli studi, vince infatti il 1° premio nel Concorso Internazionale “Nati per la Danza” promosso da Rai 3. L’anno successivo, conseguito il diploma, viene scritturato dalla Rai per il programma Fantastico 4 nel ruolo di primo ballerino al fianco di Heather Parisi, con cui successivamente partecipa ad altre produzioni televisive quali Serata d’Onore, Serata da Campioni e Fantastico 9 (coreografo Franco Miseria).
Richiesto da Franco Brusati, acclamato regista cinematografico, entra a far arte del cast di “Il buon Soldato” nel ruolo di coprotagonista al fianco di Mariangela Melato.
Nuovamente con la Rai riprende poi il suo impegno di primo ballerino, questa volta spalla di Beppe Grillo, in “Te lo do io il Brasile”. La sua naturale propensione per gli spettacoli di danza lo porta successivamente a collaborare con affermate compagnie quali l’Ater Balletto, il Ballet National de Zaragoza e la Deutche Oper am Rhein.
Presso il Ballet Français de Nancy viene scelto come interprete di brani coreografici firmati da S. Lifar, A. De Mille, M. Petipa, J. Cranko, B. Cullberg, G. Balanchine, M. Bejart, J. Neumeier, J. Kyliàn.

La sua continua ascesa come protagonista lo porta ad esibirsi presso il Palladium Theatre di Londra al fianco di Rudolph Nureyev per “Canto di un compagno errante” (coreografo M. Bejart), replicato successivamente in Europa, Giappone, Stati Uniti e Canada.
Nel 1988 danza a Parigi al Theatre des Champs Elysées nel ruolo di etoile nel balletto di Hans Van Manen “Four Schumann Pieces”. Negli anni successivi è guest artist nelle maggiori compagnie americane.
Appena rientrato in Italia è nuovamente invitato, questa volta dal Connecticut Ballet Theatre, come Guest Artist Permanent per la produzione di acclamate composizioni coreografiche legate al nome di G. Balanchine e, in seguito, di B. Raphael. Il lungo sodalizio con il complesso americano, durato circa quindici anni, si interrompe saltuariamente per per permettere a Fabio di seguire importanti produzioni presso l’Arena di Verona ed il Teatro Nuovo di Torino per le quali, affiancando anche Carla Fracci nel balletto “Romeo e Giulietta”.

Gli impegni successivi con il Balletto di Lecce per “Romeo e Giulietta” e con il Balletto Nazionale di Cipro per la composizione “Renaissance” di L. Lambrou sono propedeutici alla carriera di docente che Fabio avvia in questo periodo parallelamente a quella di coreografo.
Nominato direttore artistico della scuola comunale Pomigliano Danza dal 2004 al 2011, continua le sue collaborazioni con il Connecticut Ballet Theatre (coreografo M. Baryshnikov).
I successivi impegni che appartengono alla storia recente lo vedono Direttore artistico del Centro Coreografico d’arte nazionale “DI DANZA” (Casalnuovo di Napoli) e successivamente docente e coreografo ospite del Centro Studi Coreografici di Milano.

Tra i numerosi riconoscimenti acquisiti negli anni da Fabio figurano il Premio Positano (1986), il Danseur de l’année in Francia (1989), il Premio Dance Magazine (2000) e il Premio R. Nureyev negli USA (2002), il Premio Speciale Cultura Albatros (2009) e successivamente tre Premi Speciali alla Carriera ricevuti rispettivamente dall’Unicef Campania, dal Teatro Nuovo di Torino e dal Villaggio della Danza al Teatro Mediterraneo di Napoli (2012).

Back To Top